THE PAIN OF OTHERS (2018) di Penny Lane

Penny Lane è una regista americana avvezza a documentari veramente fuori dal comune. Dal bizzarro NUTS! al mefistofelico HAIL SATAN?, il desiderio di scavare sulle persone che vivono fuori dagli schemi e ammaliati da forze non convenzionali, trova in questo strano documentario, THE PAIN OF OTHERS, il suo pozzo nero di tristezza, malinconia e paranoia pura. L’opera, girata in modalità screen life e found footage, si immerge nel mondo degli affetti, o presunti tali, del morbo di morgellons. Questa patologia, considerata dalla medicina convenzionale immaginaria e non reale, viene mostrata, analizzata e divulgata nell’opera di Penny Lane in maniera veramente assurda. Difficile, se non impossibile, comprendere se le tre donne vlogger protagoniste, siano attrici o meno. Il dubbio però passa in secondo piano, in quanto la loro discesa pura nella follia e paranoia del morbo di morgellons varia in maniera differente l’una dall’altra. Nello specifico queste donne affermano di avere sotto pelle delle fibre autonome, minuscole e intelligenti, che causano eruzioni cutanee, modifiche corporee da far invidia a David Cronenberg e riescano, nel tempo, a prendere il posto dei propri capelli (al punto che una delle tre si rade per toglierle). I trattamenti presentati dalle tre donne lasciano a bocca aperta, da chi usa onde sonore a chi si cosparge di aspirina tritata sulla pelle, da chi ‘ci parla’ a chi, incredibile, si cosparge sulla pelle la propria urina. Un delirio che non poteva esimersi da teorie complottiste fantasiose e deliranti, come ad esempio si tratti di un disegno governativo di controllo delle persone. Tra citazioni illustri, come la cantante Joni Mitchell, affetta secondo queste vlogger di aver contratto il morgellons, a incontri veri e propri tra pazienti e dottori presunti di tale morbo, l’opera riesce a confondere abilmente realtà, finzione e fantasia, mettendo in luce debolezze mentali e sofferenze personali, che finiscono per alimentarsi di paure impossibili da vagliare dalla tangibilità della vita quotidiana.
Se amate i documentari, veri o presunti tali, sperimentali assurdi che trattano l’impossibile, THE PAIN OF OTHERS è da visione obbligatoria! Vedere per … ‘credere’!!! VALUTAZIONE 3/5

H.E.

Link: INSTAGRAM FACEBOOK LETTERBOXD IMDb TRAILER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *